Franco Prevato

 
Piroscafo "QUIRINALE"
Piroscafo "QUIRINALE"

Anno di Costruzione = 1907

Nominativo Internazionale = ICAK

Società di provenienza = Costiera

Compartimento = Venezia Matricola = 309

Unità Gemelle = Celio

Nome in codice = Queto

 

Lunghezza tra le perpendicolari = 108.51 m

Larghezza fuori ossatura = 13.41 m

Altezza dalla linea di costruzione = 7.87 m.

Macchine = 1 alternativa a triplice espansione da 2.800 hp.

Eliche = 1

Consumo = 37 tonnellate al giorno

Velocità massima = 12.5 nodi

Tonnellate stazza lorda = 3.770

Tonnellate stazza netta = 2.215

Portata lorda = . 4.020 tonn.

Stive = 4 X 4.591 mc.

Numero massimo passeggeri in cabina = 99

 

Impiegata sulla linea n° = 59 Adriatico - Danubio

Il piroscafo QUIRINALE, oltre ad esser stata nave gemella del piroscafo CELIO, molto probabilmente fu anche gemella della DALMATIA, non si sono però trovati riscontri oggettivi, se non la somiglianza della linea di scafo ed il lieve scarto tra le stazze.

 

Nel 1939 effettuò lavori di manutenzione e sostituì altre unità impiegate nelle varie linee.

 

Dal 1940 al 1942, la nave fu più volte requisita e rilasciata, dai vari Ministeri.

 

Il 25 gennaio 1943, il piroscafo fu definitivamente requisito dal Ministero delle Comunicazioni.

 

Il 27 giugno 1943, il piroscafo Quirinale fu affondato da un bombardamento aereo mentre si trovava in navigazione nel canale di Santa Maura (LEVKA).

 

Fu successivamente rimesso in galleggiamento e rimorchiato fino a Prevesa dove fu volutamente portato ad incagliare, dalle Autorità greche, per provvedere in seguito alla sua demolizione.

 

L' agenzia di Prevesa comunicò che parte dell'equipaggio, a seguito dell'affondamento, riuscì a raggiungere LEVKADE con i mezzi di salvataggio della nave e che da la, molti furono imbarcati su di un rimorchiatore diretto a Nord ma dai documenti non risultò mai se, né dove quel rimorchiatore sia approdato.

giornale nautico parte prima © ® by prevato
WebMaster