Franco Prevato

 
Piroscafo "BOCCACCIO"
Piroscafo "BOCCACCIO"

Anno di Costruzione = 1929

Nominativo Internazionale =

Società di provenienza = Noleggio

Compartimento =

Unità Gemelle = Bosforo, Civitavecchia (?)

Nome in codice =

 

Lunghezza tra le perpendicolari =

Larghezza fuori ossatura =

Altezza dalla linea di costruzione =

Macchine =

Eliche = 1

Consumo =

Velocità massima =

Tonnellate stazza lorda = 3.648.21 tonn.

Tonnellate stazza netta = 2.163.98

Portata lorda =

Stive =

Numero massimo passeggeri in cabina =

Impiegata sulla linea n° =

Interni. Cabine di seconda classe

La nave BOCCACCIO fu presa a noleggio il 4 settembre 1943 dalla Consorella TIRRENIA per reintegrare la linea nr 42 in collegamento con DURAZZO ed altri porti dell'Adriatico.

 

L'8 settembre, la nave probabilmente gemella della BOSFORO e della CIVITAVECCHIA, fu sequestrata dalle Forze Armate tedesche. L'equipaggio fu sbarcato d'urgenza e forse quasi tutti riuscirono a tornare a casa.

 

Dopo la requisizione, la BOCCACCIO risultò affondata a seguito di un bombardamento aereo alleato avvenuto il 19/11/1943, mentre la nave stava navigando in acque greche.

 

Che la popolazione fosse a conoscenza dei lutti e delle distruzioni accadute prima dell' 8 settembre 1943 è fuori discussione.

 

Che si sapesse della sorte capitata alle navi della flotta militare e civile, era anche cosa assodata.

 

Gli unici ad ignorare o a voler ignorare la realtà, continuavano ad essere i personaggi delle cosidette Autorità, come sembra dimostrare una lettera della Capitaneria di Porto di Trieste, datata 20 gennaio 1944 ed indirizzata alla sede succursale dell'Adriatica in quella città.

«Si prega di inviare un prospetto delle navi appartenenti a codesta Società, con l'indicazione del servizio alle quali esse sono assegnate e della durata dei lavori di riparazione o manutenzione, eventualmente in corso.»

Non avendo elementi per la risposta, la sede succursale si vide costretta a trasmettere la stessa lettera alla Direzione di Venezia con una breve accompagnatoria :

«Comprenderete che siamo in difficoltà nel rispondere direttamente alle Autorità le quali, per i loro compiti dovrebbero forse meglio di noi, conoscere la situazione.

Vi preghiamo perciò di volerci rimettere le vostre istruzioni per la risposta.»

giornale nautico parte prima © ® by prevato
WebMaster