Franco Prevato

 
PIROSCAFO "ABBAZIA"
PIROSCAFO "ABBAZIA"

Anno di costruzione = 1912

Nominativo Internazionale = IBAA

Società di provenienza = SAIM

Compartimento = Venezia

Matricola = 299

Unità Gemelle = Campidoglio, Merano

Nome in codice = Armento

 

Lunghezza tra le perpendicolari = 102.16 m

Larghezza fuori ossatura = 13.81 m

Altezza dalla linea di costruzione = 8.65 m

Macchine = 1 alternativa a vapore da 2.200 hp

Eliche = 1

Consumo = 30 tonnellate al giorno

Velocità massima = 11 nodi

Tonnellate stazza lorda = 3.706

Tonnellate stazza netta = 2.197

Portata lorda = 4.622 tonn.

Stive = 4 X 5.428 mc.

Numero massimo dei passeggeri in cabina = 56

 

Impiegata sulla linea numero = 60: Adriatico- Istanbul- Mar Nero

Il Piroscafo ABBAZIA fu una delle poche navi scampate ai pericoli della guerra.

 

Le notizie ricavate sul suo conto non sono però molte.

 

Il 4 giugno del 1940 arrivò a GALATZ dove rimase in sosta per una ventina di giorni, il 29 dello stesso mese compì un viaggio di trasferimento, vuota di carico fino a COSTANZA.

 

Da quel porto capolinea prima, e da BRAILA poi, effettuò collegamenti tra porti del Mar Nero.

 

Il 21 aprile 1941 fu noleggiata alla DEUTSCHE LEVANTE LINE. Per circa tre mesi.

 

Il 7 agosto 1943, mentre stava effettuando un viaggio da PIREO con carico per CORFU' e DURAZZO, subì un attacco aereo da parte delle forze alleate con bombardamento e mitragliamento.

 

Fortunatamente le bombe mancarono il bersaglio ed i danni furono così di poca entità.

 

Il 9 settembre 1943 da DURAZZO fu fatta partire per destinazione ignota, dopo essere stata requisita ma non iscritta nel naviglio ausiliario.

 

Fu riconsegnata il 17 gennaio 1946 e contemporaneamente noleggiata alla Società TIRRENIA che la utilizzò sulla linea NAPOLI- PALERMO- CAGLIARI.

 

Nel 1956 ritornò all'ADRIATICA e successivamente venduta ad un armatore privato.

 

Nel 1959 fu definitivamente radiata e demolita.

giornale nautico parte prima © ® by prevato
WebMaster